DATA INTELLIGENCE

dai più valore alle tue informazioni
grazie al
valore delle nostre competenze

Data Intelligence

Data Intelligence

Per convertire i dati della vostra organizzazione in informazioni significative e valutazioni utili ad incrementare il vantaggio competitivo dell’azienda.

Percorsi di Alta Formazione

Un nuovo concetto di formazione di alta qualità, coaching manageriale e consulenza sull’accesso ai finanziamenti gratuiti dei Fondi Interprofessionali.

Centro di formazione EXIN

Centro di formazione EXIN

Jakin, Accredited training provider di EXIN, eroga corsi di formazione ed esami di certificazione EXIN anche presso la sede del cliente.

LE FASI DELLA DATA INTELLIGENCE

Fasi della Data Intelligence
Fase 1: Analisi descrittiva

L’analisi descrittiva viene effettuata per rispondere a domande su eventi che si sono già verificati. Questa forma di analisi contestualizza i dati per generare informazioni.

Ad esempio:

  • quali sono i volumi di vendita degli ultimi 12 mesi?
  • Quante chiamate di supporto sono state ricevute, divise per importanza e località geografica?
  • Qual è la commissione mensile guadagnata da ciascun agente di vendita?

Si calcola che l’80% dei risultati analitici generati abbia carattere descrittivo.

Fase 2: Analisi diagnostica

L’analisi diagnostica tenta di determinare la causa di un fenomeno verificatosi nel passato.

Scopo di questa analisi è determinare quale informazione è correlata al fenomeno, in modo da poter rispondere alle domande volte a scoprire il perché un dato avvenimento è accaduto.

Ad esempio:

  • Perché le vendite del 2° quadrimestre sono inferiori a quelle del 1°?
  • Perché ci sono state più chiamate di supporto provenienti dalla regione orientale rispetto a quella occidentale?
  • Perché c’è stato un aumento dei tassi di riammissione dei pazienti negli ultimi tre mesi?

L’analisi diagnostica fornisce informazioni di maggior valore rispetto all’analisi descrittiva ma richiede competenze maggiori.

Fase 3: Analisi predittiva

L’analisi predittiva tenta di determinare l’esito di un evento che potrebbe accadere in futuro.

Con l’analisi predittiva, l’informazione si arricchisce di significato per generare conoscenza, esprimendo il modo in cui l’informazione è correlata.

Le domande sono generalmente formulate usando una logica “Che cosa-Se (What-if)”, come:

  • Quali probabilità ci sono che un cliente non saldi un prestito se ha saltato una rata mensile?
  • Quale sarà il tasso di sopravvivenza del paziente se viene somministrato il farmaco B invece del farmaco A?
  • Se un cliente ha acquistato i prodotti A e B, quali sono le probabilità che acquisti anche il prodotto C?

L’analisi predittiva cerca di predire gli esiti degli eventi, e le previsioni sono formulate sulla base di modelli, tendenze ed eccezioni riscontrate nei dati storici ed attuali.

Fase 4: Analisi prescrittiva

L’analisi prescrittiva muove dai risultati di quella predittiva e descrive le decisioni che dovrebbero essere adottate.

L’accento viene messo non solo su quali azioni prescritte è meglio seguire, ma sul perché è opportuno farlo.
In sostanza, l’analisi prescrittiva fornisce risultati sui quali si può ragionare poiché contengono elementi utili alla comprensione di una situazione.

Quindi, questo tipo di analisi può essere usato per ottenere un vantaggio o mitigare un rischio.
Alcune domande tipo:

  • Fra tre farmaci, quale fornisce i risultati migliori?
  • Qual è il momento migliore per negoziare un determinato titolo?

L’analisi prescrittiva fornisce più valore informativo di qualsiasi altro tipo di analisi e, quindi, richiede le competenze e gli strumenti software più avanzati.

Dove siamo
Sede operativa Vicolo del Casale Galvani, 8 00157 Roma Tel.: +39 06 94 37 6600 Sede legale Via dell'Acquedotto Paolo, 80 00168 Roma